Informazioni sul settore
realtà virtuale

Rapporto OCSE "Global Plastics Outlook": il tasso di riciclaggio della plastica è solo del 9% - Maypak

Giugno 20, 2022


Un nuovo rapporto dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha rilevato che nel 2019 sono state utilizzate 460 milioni di tonnellate di plastica a livello globale, una cifra che è quasi raddoppiata dal 2000.

L'OCSE con sede a Parigi ha affermato che la quantità di rifiuti di plastica è più che raddoppiata a 353 milioni di tonnellate durante il periodo.


"Dopo aver tenuto conto delle perdite nel processo di riciclaggio, solo il 9% dei rifiuti di plastica finisce per essere riciclato, il 19% viene incenerito e quasi il 50% viene inviato alle discariche sanitarie", ha affermato la società nel suo Global Plastics Outlook.



*Un grafico che mostra la percentuale di rifiuti di plastica che viene riciclata, incenerita, messa in discarica o scaricata nell'ambiente.



"Il restante 22% viene gettato in discariche incontrollate, bruciato all'aperto o disperso nell'ambiente".


La pandemia di Covid-19 ha ridotto l'uso della plastica del 2,2% nel 2020 rispetto all'anno precedente. Tuttavia, si prevede che l'uso complessivo "aumenterà di nuovo" con il rimbalzo dell'economia e l'aumento dell'uso della plastica monouso.


La plastica ha rappresentato il 3,4% delle emissioni globali di gas serra nel 2019, il 90% delle quali proveniva dalla "produzione e conversione di combustibili fossili", afferma il rapporto.


La produzione di plastica ha rappresentato il 3,4% delle emissioni globali di gas serra nel 2019, afferma il rapporto.


Di fronte al dilagante riscaldamento globale e all'inquinamento, "è fondamentale che i paesi affrontino le sfide con soluzioni globali coordinate", ha affermato nel rapporto il segretario generale dell'OCSE Matthias Coleman.


L'OCSE ha proposto una serie di "leve" per affrontare il problema, tra cui lo sviluppo di un mercato per le plastiche rinnovabili, che attualmente rappresentano solo il 6% del totale, principalmente per ragioni economiche.


Ha aggiunto che le nuove tecnologie relative alla riduzione dell'impronta ambientale della plastica hanno rappresentato solo l'1,2% di tutte le innovazioni nel prodotto.

Pur chiedendo un "ciclo di vita della plastica più circolare", l'OCSE ha affermato che le politiche devono anche limitare il consumo complessivo.


Ha anche chiesto "investimenti significativi nelle infrastrutture di base per la gestione dei rifiuti", compreso un contributo annuo di 25 miliardi di euro per la lavorazione della plastica nei paesi a basso e medio reddito.


Negoziati sul trattato sulla plastica:


Il rapporto è stato pubblicato meno di una settimana prima dell'apertura dell'Assemblea delle Nazioni Unite per l'ambiente a Nairobi il 28 febbraio, dove dovrebbero iniziare i colloqui formali su un futuro trattato internazionale sulla plastica per discutere la portata del controllo della plastica.


Shardul Agrawala, capo dell'unità Ambiente e integrazione economica dell'OCSE, ha affermato che il rapporto "sottolinea ulteriormente la necessità che i paesi si uniscano e inizino a cercare un accordo globale per affrontare questa importantissima necessità


Alla domanda sulle priorità del trattato da discutere a Nairobi, ha affermato che "la gestione dei rifiuti è la questione più urgente, che è responsabile della maggior parte delle dispersioni ambientali e dell'inquinamento".


"Ma non dovremmo concentrarci solo su soluzioni individuali, ma a lungo termine c'è bisogno di cooperazione internazionale e standard concordati", ha affermato lunedì in una conferenza stampa online.



Informazioni di base
  • Anno stabilito
    --
  • tipo di affari
    --
  • Paese / regione
    --
  • Industria principale
    --
  • Prodotti Principali
    --
  • Persona giuridica aziendale
    --
  • Dipendenti totali
    --
  • Valore di uscita annuale
    --
  • Mercato delle esportazioni
    --
  • Clienti collaborati
    --
Chat
Now

Invia la tua richiesta

Scegli una lingua diversa
English
ภาษาไทย
Polski
Gaeilgenah
русский
Português
한국어
日本語
italiano
français
Español
Deutsch
العربية
Lingua corrente:italiano